EUROPA NEWS DEL 19.04.2018

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

FUTURO DELL’EUROPA
Intervento del Presidente della Repubblica francese in Plenaria
Il Parlamento europeo, da gennaio, inviata in Plenaria a Strasburgo i Capi di Stato e di Governo ad esprimersi sul Futuro dell’Europa. Martedì 17 aprile, il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, è stato il quarto leader europeo a discutere del futuro dell’Europa con i deputati, dopo il dibattito del Primo ministro Irlandese Leo Varadkar del 17 gennaio, quello del Primo ministro croato Andrej Plenkovic del 6 febbraio e quello del Primo ministro portoghese António Costa del 14 marzo. Di seguito alcune dichiarazioni del Presidente francese: “A mio modo di vedere, il Parlamento europeo rappresenta la sede della legittimità europea, della sua responsabilità e, quindi, della sua vitalità. È qui che si gioca la partita del futuro dell’Europa (...), è qui che dobbiamo ancorare la rinascita di un’Europa guidata dallo spirito stesso dei suoi popoli. Auspico che si possano superare le scissioni tra il Nord e il Sud, l’Est e l’Ovest, i piccoli e i grandi, le battute d’arresto nazionali”, ha dichiarato il Presidente Emmanuel Macron. A un anno dalle elezioni europee, "la nostra responsabilità nei prossimi mesi è quella di organizzare il vero dibattito europeo, di avere delle scadenze europee che consentano ai nostri popoli di operare una scelta". “Per far fronte agli sconvolgimenti mondiali, abbiamo bisogno di una sovranità più grande della nostra, ma complementare, una sovranità europea". Il suo intervento a favore della democrazia europea è stato molto apprezzato, mentre la sua riforma della zona euro e la sua richiesta di un partenariato forte con la Germania non sono stati accolti con grande entusiasma da parte dell’Assemblea parlamentare. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO
Un italiano alla guida del Cese
Luca Jahier, del Gruppo “Attività diverse”, è stato eletto alla Presidenza del Comitato economico e sociale europeo. Il Comitato è un organo consultivo dell'UE che comprende rappresentanti delle organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro e di altri gruppi d’interesse. Formula pareri su questioni riguardanti l’UE per la Commissione europea, il Consiglio dell’UE e il Parlamento europeo, fungendo così da ponte tra le istituzioni decisionali dell’UE e i cittadini dell’Unione. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

POLITICA DI COESIONE
 I ministri dell'Ue vogliono che la politica di coesione post-2020 copra tutte le Regioni europee
Durante un dibattito al Consiglio “Affari Generali” di Lussemburgo, giovedì 12 aprile, è stato raggiunto un ampio consenso emerso tra i ministri sulla futura politica di coesione sul fatto che quest’ultima debba essere destinata a tutte le regioni europee. Durante i dibattiti, diversi membri hanno evidenziato la necessità di aumentare i tassi di cofinanziamento nazionali. A questo proposito, l'Italia ha richiesto l’esclusione del cofinanziamento dei fondi strutturali dal calcolo del disavanzo nazionale. In merito agli strumenti finanziari, i membri concordano che questi dovrebbero rimanere “volontari” e non duplicare i fondi strutturali. Questo è stato l’ultimo incontro sul tema prima che la Commissione europea presenti la sua proposta per il prossimo quadro finanziario pluriennale (QFP) il 2 maggio. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Approvata la posizione del Parlamento europeo sulla politica di coesione post-2020
Martedì 17 aprile è stato approvato il testo del deputato Marc Joulaud (PPE, Francia) sul futuro della politica di coesione. Il Parlamento europeo ha espresso preoccupazioni “serie” sui recenti scenari proposti dalla Commissione europea riguardo ai tagli previsti sul futuro della politica di coesione e si visto compatto per il rafforzamento e la difesa dei principi fondamentali di tale politica. In particolare, il Parlamento sostiene una maggiore concentrazione tematica, il rafforzamento del Fondo Sociale Europeo (FSE) e la semplificazione delle procedure. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

CONSUMATORI
Nuove regole per la tutela dei consumatori europei
La Commissione Ue ha pubblicato lo scorso 11 aprile una serie di provvedimenti all'interno di una iniziativa che è stata denominata "New deal for Consumers", con l'obiettivo di modernizzare ed adeguare alle sfide più recenti la disciplina UE in materia di tutela dei consumatori, proponendo regole moderne adatte ai mercati e alle pratiche commerciali in evoluzione, strumenti di applicazione pubblici e privati ​​più efficaci e migliori opportunità di ricorso. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

MERCATO INTERNO
La commissione UE presenta una raccolta di best practice europee in materia di commercio
Il 19 aprile, la Commissione UE ha pubblicato una Comunicazione che mira a presentare una serie di best practice europee in materia di commercio, con l’obiettivo di rendere più aperto, integrato e competitivo il mercato europeo nel settore del retail. Scopo di questa comunicazione è di fornire a operatori del settore e agli Stati Membri dei buoni esempi da seguire, per meglio fronteggiare le sfide legate alla realizzazione del Mercato Interno ed allo sviluppo e diffusione delle nuove tecnologie. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

COMMERCIO ESTERO
La Commissione europea propone la firma e la conclusione degli accordi con il Giappone e con Singapore
La Commissione ha presentato il 18 ottobre al Consiglio UE i risultati dei negoziati per l'accordo di partenariato economico con il Giappone e gli accordi con Singapore sugli scambi e gli investimenti. Si tratta del primo passo verso la firma e la conclusione di tali accordi, per il quale la Commissione ha espresso parere favorevole, ma che nei prossimi mesi dovrà essere valutato da Consiglio e Parlamento UE. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 05.04.2018

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

POLITICA DI COESIONE

Per la Commissione europea le condizionalità sullo Stato di diritto si dovrebbero applicare a tutte le politiche dell'UE

Martedì 27 marzo nell’ambito di uno scambio con i deputati della Commissione per lo sviluppo regionale (REGI) del Parlamento europeo, la Commissaria alla politica regionale e urbana ha riconosciuto il valore del nuovo criterio sulla condizionalità in relazione allo Stato di diritto e alla gestione della migrazione ma solo se quest’ultima sarà applicata a tutte le politiche europee. Fino ad ora, le condizionalità ex ante si riferivano solo al contesto economico e sociale; ora questo nuovo approccio sarà con molta probabilità inserito nel prossimo Quadro Finanziario Pluriennale (QFP). (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Raggiunto l’accordo definitivo tra il Parlamento europeo e il Consiglio per la semplificazione delle norme che disciplinano i fondi strutturali e di investimento europei (fondi SIE)

Martedì 27 marzo, la Presidenza del Consiglio e i rappresentanti del Parlamento europeo hanno raggiunto un accordo interistituzionale definitivo sulla proposta omnibus sulla revisione di medio termine della legislazione sull’utilizzo dei fondi SIE. Le future regole europee entreranno in vigore in due fasi. I beneficiari potranno scegliere tra il metodo attuale, che consiste nel fornire la prova delle spese tramite l’emissione di fatture e un nuovo metodo (“pagamento per il risultato”), per cui i beneficiari e la Commissione concorderanno in anticipo il costo complessivo di un progetto. In questo modo l’Ue farà da “garante” alla buona riuscita di quest’ultimo. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

COMMERCIO ESTERO

Accordi di libero scambio fra UE, Australia e Nuova Zelanda: al via le trattative?

Fonti diplomatiche Bulgare sostengono che nel Consiglio Ue per il commercio, che si terrà a Bruxelles il prossimo 22 maggio, potrebbe avere la luce verde la raccomandazione presentata dalla Commissione Ue a settembre scorso, che autorizzerebbe l’avvio delle trattative per la definizione di accordi di Libero scambio fra Unione Europea, Australia e Nuova Zelanda. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

TURISMO

Stati membri contrari al visto turistico di breve durata rilasciato alle frontiere esterne

Il Consiglio dell'UE ha cominciato a discutere mercoledì 28 marzo le proposte della Commissione europea in materia di visti di ingresso. Durante questo primo scambio di opinioni, sembra che - secondo alcune fonti, in quanto l'incontro è avvenuto a porte chiuse - siano emerse forti perplessità in merito alla possibilità di rilasciare visti per soggiorni di breve durata, direttamente presso le frontiere esterne. Accoglienza molto più positiva invece rispetto all'altro aspetto della riforma, vale a dire il legame tra la concessione di visti e gli sforzi dei paesi terzi nel riammettere i propri cittadini irregolarmente presenti in Europa. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

SISTEMI DI PAGAMENTO

Commissione europea: sempre meno costi per i pagamenti transfrontalieri in euro

Mercoledì 28 marzo la Commissione ha presentato una proposta di modifica del regolamento (924/2009) sui pagamenti transfrontalieri. Essa prevede che, nel 2019, i pagamenti transfrontalieri in euro saranno equiparati al trasferimento nazionale ovunque nell'Unione europea. I risparmi per i consumatori europei sono stati stimati in 1 miliardo di euro all'anno. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) 

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 29.03.2018

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

FUTURO DELL’UE
L'Italia e la ricerca europea: gli eurodeputati italiani a confronto sul 9PQ di R&I
Mercoledì 21 marzo, presso il Parlamento Europeo a Bruxelles, si è tenuto l’incontro “L’Italia e la ricerca europea - Gli europarlamentari italiani a confronto sul prossimo Programma Quadro nel campo della ricerca e innovazione”. Il dialogo è stato l’occasione per agevolare uno scambio di vedute – da una prospettiva italiana - sul futuro della ricerca e dell’innovazione europee e sui contenuti del Programma Quadro di R&I post-2020 (FP9), in vista della proposta formale che la Commissione Europea presenterà a giugno – subito dopo la proposta sul Quadro Finanziario Pluriennale, il bilancio di lungo termine dell’UE 2021-2027 – e del processo legislativo che ne seguirà. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

POLITICA DI COESIONE
L'Alleanza europea per la coesione mette in guardia la Commissione: tagliare i fondi regionali è un rischio per il futuro dell'Europa
Il 22 marzo è stata consegnata ai Commissari europei per il Bilancio Oettinger e per la Politica regionale e urbana Creţu una dichiarazione per una Politica di coesione forte dopo il 2020, firmata da più di 4000 sostenitori e governi locali che rappresentano oltre il 90% degli europei. In tale occasione il Commissario Oettinger ha assicurato che non si tratterà di un ridimensionamento drastico. I tagli saranno prossimi al 5% dell'attuale dotazione. I Commissari hanno però sollecitato tutti i partner dell'Alleanza a fare pressione sui rispettivi governi per convincerli ad aumentare i propri contributi nazionali al Bilancio europeo. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

MERCATO INTERNO
Battuta d’arresto per l’e-card europea
La Commissione IMCO (Mercato Interno) del Parlamento Europeo ha respinto ad ampia maggioranza la proposta di regolamento della Commissione Ue che mira a introdurre la carta elettronica per i servizi professionali. A seguito del voto parlamentare, spetta ora al Consiglio Ue dire una parola definitiva sul futuro della proposta di regolamento della Commissione Ue. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 15.03.2018

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

MERCATO UNICO DIGITALE
Nuove regole UE per il mercato delle consegne
Lo scorso 13 marzo il Parlamento europeo ha approvato un nuovo Regolamento che mira a rendere il mercato delle consegne nell’UE più trasparente e aperto a una competizione equa, riducendo le barriere per il commercio online, sia dal punto di vista dei consumatori che dei commercianti, in linea con quanto già previsto per mettere fine ai c.d. blocchi geografici.(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FISCALITÀ
Tassazione dell'energia - lanciata consultazione per revisione Direttiva 2003/96/CE
La Commissione europea ha lanciato la consultazione che avvia il processo di revisione della Direttiva 2003/96/CE sulla tassazione dell'energia. La attuale direttiva è stata oggetto di numerose sentenze da parte della Corte di giustizia UE e risulta mancante di chiarezza in alcune disposizioni. La consultazione avrà lo scopo di constatare l’attuale concreta applicazione della direttiva sulla tassazione dell'energia, al fine di verificare come formulare una eventuale nuova proposta di revisione. La data limite per rispondere alla consultazione è il 4 giugno 2018 sulla pagina dedicata. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ENERGIA
Ecodesign: consultazione sui prodotti energetici in modalità stand-by
La Commissione europea ha lanciato una consultazione relativa al design dei prodotti energetici, che contribuirà in ultima istanza alla valutazione e alla valutazione d’impatto elaborata per agevolare la revisione del regolamento relativo al consumo di energia elettrica dei modi stand-by, stand-by in rete e spento. La consultazione sarà aperta fino al 24 maggio 2018 su questa pagina. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

UNIONE DEL MERCATO DEI CAPITALI
Nuovo pacchetto di proposte per completare l’Unione del Mercato dei Capitali: promozione di fonti di finanziamento alternative e la rimozione degli ostacoli agli investimenti transfrontalieri
Il 12 marzo la Commissione europea ha pubblicato una comunicazione che presenta un nuovo pacchetto di proposte per rafforzare il mercato transfrontaliero dei fondi di investimento, promuovere il mercato Ue delle obbligazioni garantite come fonte di finanziamento a lungo termine e garantire maggiore sicurezza agli investitori nelle transazioni transfrontaliere di titoli e crediti. Ciò contribuirà a integrare ulteriormente i mercati dei capitali dell'Ue facilitando le operazioni transfrontaliere e aumentando la certezza del diritto per le imprese.   (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

POLITICA DI COESIONE
Il Parlamento europeo ha votato la posizione negoziale per il prossimo bilancio Ue post-2020
Il 14 marzo il Parlamento europeo ha votato la relazione di Jan Olbrycht (PPE, Polonia) e dalla deputata Isabelle Thomas (S&D, Francia) nella quale si richiede all’Ue di continuare a sostenere la politica agricola comune, la politica comune della pesca e quella di coesione economica, sociale e territoriale. La relazione sottolinea anche la necessità per il prossimo Quadro finanziario pluriennale (QFP), di aumentare “in modo sostanziale” le risorse destinate a ricerca ed Erasmus+ e di garantire progressi nella lotta alla disoccupazione giovanile e nel supporto alle piccole e medie imprese.   (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

La politica regionale deve rimanere una priorità dell’Ue dopo il 2020
Il 13 marzo il Parlamento europeo ha votato a maggioranza la relazione dell’On. Michela Giuffrida (S&D, Italia) per garantire un sostegno continuato alle regioni meno sviluppate d’Europa (il Mezzogiorno in Italia, alcune regioni in Spagna, Grecia e Portogallo). Tutti i deputati sono d’accordo sul mantenere al centro degli investimenti europei progetti che riducono le disparità tra le regioni dell’Ue nonostante le pressioni sul bilancio.   (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

La Commissione europea prevede una dotazione del 60% del bilancio Ue per agricoltura e coesione dopo il 2020
Durante la seduta plenaria del Parlamento europeo del 13 marzo, in un dibattito con la Commissione europea, è emerso che dopo il 2020, le buste assegnate alla politica agricola comune (PAC) e la politica di coesione potrebbero essere ridotte al 60% della spesa totale dell'Ue, sebbene queste due tradizionali politiche rappresentano circa il 75% dell'attuale finanziamento pluriennale quadro (QFP). Il resto del bilancio sarà utilizzato per pagare i programmi di mobilità dei giovani (Erasmus +), la sfida della migrazione e la ricerca e l'innovazione. Il Commissario Oettinger ha ribadito che le prime linee guida che saranno alla base della proposta dei prossimi sette anni saranno presentate dalla Commissione mercoledì 2 maggio.   (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

UNIONE BANCARIA
Riduzione del rischio nell'Unione bancaria: misure della Commissione per una riduzione più veloce dei crediti deteriorati nel settore bancario
Il 14 marzo è stato presentato un pacchetto di misure ambizioso e completo per affrontare il problema dei crediti deteriorati in Europa. La Commissione dà così seguito al piano d'azione del Consiglio per superare il problema dell'ingente volume di crediti deteriorati e prevenirne l'accumulo in futuro. Il pacchetto delinea un'impostazione globale in cui si combinano interventi complementari su quattro aspetti fondamentali.   (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

TRASPORTO
Conftrasporto - Università Cattolica- Regione Lombardia: un'intesa sempre più forte sui temi dell'apprendimento 
Conftrasporto ha promosso una serie di incontri per presentare la nuova partnership con l'Università Cattolica del Sacro Cuore sui temi delle politiche europee per la formazione permanente dei lavoratori e per le nuove professioni 4.0. Il percorso degli stakeholder lombardi e nazionali ha avuto il riconoscimento di Regione Lombardia, con la presenza agli incontri del responsabile del settore Lavoro della Regione presso l'UE. La Delegazione è stata ricevuta dalla Consigliere Economica del Vice Presidente della Commissione Europea e Alto Rappresentante Federica Mogherini, dal Vice Capo di Gabinetto del Commissario Europeo alla Ricerca, Carlos Moedas e dal Vice Capo di Gabinetto del Commissario Europeo al Lavoro, Marianne Thyssen, al quale è stato consegnato il documento "Le trasformazioni delle nuove Organizzazioni del Lavoro 4.0", che vuole essere una Buona pratica dell'Ateneo verso la nascita di un Osservatorio, Think Tank Bruxellese, coordinato dall'Università e da Conftrasporto sui temi del lavoro e delle nuove competenze 4.0.(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 22.02.2018

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

SISTEMI DI PAGAMENTO

La sentenza della Corte Europea estende il regolamento delle MIF alle carte American Expressin co-branding

La scorsa settimana la Corte di giustizia europea ha emesso la sentenza finale in merito al fatto che le carte di pagamento a marchio congiunto di Amex rientrino nella stessa soglia delle commissioni interbancarie degli altri fornitori di carte di credito. La sentenza della Corte porta ora le carte Amex emesse con una società partner nel regolamento MIF: uno schema a tre parti che coinvolge un partner di carta multimarchio in co-branding o un agente è ora soggetto alle stesse limitazioni applicabili agli schemi a quattro parti in materia di commissioni interbancarie. Questa sentenza dovrebbe rendere meno costoso per i rivenditori accettare queste carte comuni di Amex. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

POLITICA DI COESIONE

Comitato delle Regioni: Il futuro programma per la ricerca e l’innovazione dell'Ue dovrebbe basarsi su collegamenti territoriali ed essere sostenuto da una forte politica di coesione

L'elaborazione del prossimo programma quadro per la R&I dell'Ue che sostituirà Orizzonte 2020 è attualmente in corso nel contesto dei negoziati per il bilancio Ue post-2020. In una conferenza organizzata dal Comitato europeo delle regioni il 20 febbraio, i rappresentanti locali e regionali hanno chiesto che i fondi per la ricerca e l'innovazione siano orientati a collegare gli ecosistemi dell'innovazione regionale in stretta sinergia con gli strumenti della politica di coesione. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

EVENTI

I Giovani Imprenditori di Confcommercio sponsorizzano la “Settimana nazionale italiana” alCollege d'Europe

Dal 19 al 23 febbraio il College d'Europe, con sede a Bruges (Belgio) - la più antica e prestigiosa istituzione di studi europei post-universitari che ospita studenti da tutto il mondo - ha organizzato la “settimana nazionale italiana” per celebrare il nostro Paese con eventi, dibattiti e degustazioni, al fine di promuovere l’eccellenza italiana in tutte le sue forme e dare la possibilità agli studenti di approfondire le tematiche legate al nostro Paese in un contesto europeo.  Il Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio è partner della “settimana nazionale italiana” perché crede nell’importanza e nella centralità del Collegio d’Europa nel percorso di formazione di quei giovani che saranno domani, insieme ai colleghi europei,  chiamati a fare la loro parte nel percorso di costruzione della casa comune e nella definizione di regole capaci di continuare a garantire una convivenza democratica e, al contempo, capaci di produrre benessere e ricchezza per cittadini ed imprese. Il Gruppo Giovani, in linea con le attività della Confederazione tutta, è impegnato in un percorso di continua interlocuzione con stakeholder privati ed istituzionali sui temi centrali per il futuro delle oltre 700.000 imprese rappresentate da Confcommercio.  (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

ENERGIA

Centraline elettriche: approvazione in PE della direttiva sulla efficienza energetica negli edifici

il Parlamento europeo in Commissione ITRE (Industria, Ricerca ed Energia) ha approvato, all'interno del pacchetto di proposte legislative "Energia pulita per tutti", il testo della direttiva in materia direndimento energetico nell'edilizia, che comprende anche disposizioni in materia di installazione di stazioni di ricarica dei veicoli elettrici (cd. centraline). Il testo approvato dispone che tutti gli edifici nuovi (o che subiscono imponenti ristrutturazioni) con più di 10 posti auto, debbano installare almeno una stazione di ricarica e predisporre all'istallazione di nuove centraline (cd. "pre-cablaggio") almeno il 20% dei parcheggi. Inoltre, dal 2025 gli Stati membri dovranno stabilire i requisiti per un numero minimo di stazioni di ricarica in tutti gli edifici non residenziali esistenti con più di 20 posti auto. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 15.02.2018


OPPORTUNITÀ
’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

FUTURO DELL’UE

Vertice informale europeo

Il prossimo 23 febbraio, il Consiglio europeo si riunirà informalmente (Agenda dei Leader, UE-27) per discutere di questioni istituzionali, ossia: - la composizione del Parlamento europeo dopo le elezioni del 2019 e le possibili liste transnazionali; - il modo in cui l'UE assegna posizioni di vertice, compresi i cosiddetti "Spitzenkandidaten". A tal fine la Commissione europea ha pubblicato in data 14 febbraio una serie di documenti relativi al quadro istituzionale europeo. L’obiettivo prefissato è di facilitare e migliorare i rapporti tra le Istituzioni Ue e i cittadini europei. I documenti riguardano: - rendere più efficiente l’azione europea; - rafforzare il carattere europeo delle elezioni presso il Pe (2019). (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 1.02.2018

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

FUTURO DELL’UE

Vertice informale europeo

Il 23 febbraio, nell’ambito dell’Agenda dei Leader, i Capi di Stato e di Governo si riuniranno informalmente per discutere delle seguenti questioni: - la composizione del Parlamento europeo dopo le elezioni del 2019 e le possibili liste transnazionali; - il modo in cui l'UE assegna posizioni di vertice, compresi i cosiddetti "Spitzenkandidaten"; le priorità politiche del quadro finanziario pluriennale (QFP) dopo il 2020. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 25.01.2018

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

FISCALITÀ

La Commissione propone maggiore flessibilità per gli Stati sulle aliquote IVA

Giovedì la Commissione europea ha pubblicato una proposta di direttiva (COM 2018/20) relativamente alla flessibilità delle aliquote IVA. Attualmente gli Stati membri possono applicare sul territorio nazionale un'aliquota ridotta del 5% a due diverse categorie di prodotti. Alcuni Stati membri applicano anche deroghe specifiche per ulteriori aliquote ridotte. Secondo la proposta della Commissione, oltre all'aliquota IVA normale di un minimo del 15%, gli Stati membri potrebbero ora fissare:

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 11.01.2018

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

CONSIGLIO UE

Presidenza bulgara (1º gennaio – 30 gennaio 2018)

L’11 gennaio, cerimonia di apertura della Presidenza semestrale del Consiglio Ue in Bulgaria. Il motto della Presidenza bulgara è “L’Unione fa la forza”. Quattro settori prioritari: 1. La coesione economica e sociale, incentrata sul quadro finanziario pluriannuale dell’Ue, la futura politica di coesione e quella della politica agricola comune, nonché l’approfondimento dell’UEM; 2. La stabilità e la sicurezza in Europa: decisioni congiunte per una maggior sicurezza delle frontiere esterne, una gestione più efficiente della migrazione, gettare le basi di un’Unione della difesa includendo l’attuazione della prima cooperazione strutturata permanente nell’ambito dell’Ue; 3. La prospettiva europea e i Balcani occidentali: l’intenzione della Bulgaria è di approfittare della sua localizzazione per sostenere le riforme dei paesi dei Balcani occidentali in un obiettivo di pace e di stabilità nella regione. In parallelo, la Presidenza si concentrerà sul dare un maggior sostegno geopolitico ed economico ai Balcani occidentali attraverso il miglioramento della loro connessione con l’Ue nei settori delle ferrovie, aereo, digitale, dell’istruzione e dell’energia; 4. L’economia digitale e le competenze per il futuro: focus sul completamente del mercato digitale Ue e lo sviluppo dell’economia e delle capacità digitali. Tale dossier comprende un pacchetto cibersicurezza, una direttiva relativa ai diritti d’autore, il libero flusso dei dati a carattere non personale, un codice delle comunicazioni elettroniche, la protezione della vita privata nelle comunicazioni elettroniche, ecc. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 14.12.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 


CONSIGLIO

Consiglio europeo
Giovedì e venerdì si riunisce l’ultimo Consiglio europeo dell'anno, nell'ambito del quale, conformemente al metodo dell'agenda dei leader, saranno affrontate in maniera più diretta le questioni politicamente sensibili dell'UEM e della migrazione. Il nuovo metodo implica un'accelerazione dei lavori e il superamento delle situazioni di stallo in seno al Consiglio dei ministri. Sono previsti i seguenti punti: adozione di conclusioni sulla sicurezza e la difesa; adozione di conclusioni sul seguito da dare al vertice di Göteborg (Dimensione sociale e Pilastro dei diritti sociali); discussione politica aperta sulla migrazione; discussione in vista del rinnovo delle sanzioni economiche nei confronti della Russia;  la questione della decisione degli Stati Uniti di spostare l'ambasciata a Gerusalemme; discussione aperta sull'Unione economica e monetaria e sull'Unione bancaria. Da ultimo il Consiglio europeo deciderà se è giunto il momento di passare alla fase successiva dei negoziati con il Regno Unito e se ci sono sufficienti garanzie che i diritti dei cittadini, gli interessi finanziari dell'UE e l'integrità dell'accordo del Venerdì Santo in Irlanda saranno efficacemente protetti quando il Regno Unito lascerà l'UE.

 (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 17.12.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 


MERCATO INTERNO
Ritardi di pagamento: la Commissione deferisce l'Italia alla Corte di giustizia
Il 7 dicembre la Commissione europea ha deciso di deferire l'Italia alla Corte di giustizia dell'UE a causa del sistematico ritardo con cui le amministrazioni pubbliche italiane effettuano i pagamenti nelle transazioni commerciali, in violazione delle norme dell'UE in materia di pagamenti (direttiva sui ritardi di pagamento, direttiva 2011/7/UE). (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto...

Europa News del 16.11.17

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

PREVISIONE ECONOMICHE DI AUTUNNO

La Commissione europea ha pubblicato le sue previsioni economiche di autunno. Essa prevede che la crescita continuerà sia nella zona euro sia in tutta l'UE, con valori pari al 2,1% nel 2018 e all'1,9% nel 2019 (le previsioni di primavera indicavano per il 2018 l'1,8% nella zona euro e l'1,9% nell'UE­). (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 9.11.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

TURISMO

Tassazione del turismo in Europa: studio della Commissione

La Commissione europea ha presentato in Parlamento europeo uno studio sull'impatto della tassazione sul settore turistico in Europa. Lo studio, disponibile on-line (link), è stato elaborato da PricewaterhouseCoopers ed evidenzia l’importanza di mantenere basso il livello della tassazioneper sostenere l’intera economia ed evitare di ridurre i margini già esigui di guadagno, soprattutto per le PMI, che sono la maggioranza del settore. Inoltre, sostiene lo studio, la tassa di soggiorno dovrebbe essere introdotta col coinvolgimento delle associazioni di categoria e le piattaforme dovrebbero essere responsabilizzate e coinvolte nella raccolta del gettito, che dovrebbe essere sempre finalizzato alla valorizzazione delle destinazioni turistiche dalle quali proviene. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 13.10.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

MERCATO INTERNO

Pacchetto servizi: al via la discussione in IMCO

La commissione IMCO del Parlamento UE ha avviato l’11 ottobre l’esame in sede parlamentare di alcune delle proposte della Commissione UE inserite nel c.d. pacchetto servizi. In particolare, sulla proposta di direttiva che mira ad istituire un obbligo di notifica per le normative nazionali in materia di servizi, un compromesso fra i diversi gruppi parlamentari è ancora lontano sugli emendamenti all’art. 6 ed all’art. 7 della proposta della Commissione. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 5.10.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

FUTURO DELL’UE

Junker presenta la sua roadmap ai Capi di Stato e di Governo

La scorsa settimana, nell’ambito di una cena informale a Tallin, i Capi di Stato e di Governo hanno discusso principalmente sul futuro dell’Europa. Tale discussione fa seguito al discorso di Juncker sullo Stato dell’Unione 2017 e soprattutto al discorso ambizioso tenuto dal Presidente francese Macron davanti alla “Sorbonne” pochi giorni fa. L’incontro informale di Tallin ha quindi segnato l’avvio di un processo che durerà fino alle elezioni europee del 2019. Il Presidente della Commissione europea Juncker ha presentato la sua roadmap in materia e il Presidente del Consiglio europeo, Tusk, dovrebbe entro fine mese presentare un’Agenda politica dopo aver consultato tutte le capitali dell’Ue. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Leggi tutto...

Europa News del 21.09.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

OCCUPAZIONE E AFFARI SOCIALI

Erasmus+: PE, aumentare fondi per partecipazione giovani

Il Parlamento europeo chiede più risorse per il programma Erasmus + nel quadro del bilancio UE post 2020, nella relazione approvata in plenaria sul futuro del programma Erasmus+. Nel documento gli europarlamentari illustrano gli interventi da mettere in atto per favorire la partecipazione di tutti i giovani europei al programma Erasmus+ 2014-2020. Sebbene nel corso degli anni l'Erasmus+ abbia subito una significativa evoluzione - consentendo a un numero maggiore di partecipanti di migliorare le proprie conoscenze - attualmente meno del 5% dei giovani europei beneficiano del programma a causa di fattori socio-economici, finanziamenti limitati e disuguaglianze tra i Paesi, cui si aggiunge la complessità dell'iter di presentazione delle domande e della gestione amministrativa. Inoltre, lo scarso tasso di successo dei progetti lanciati nell’ambito del programma, insieme al numero limitato delle borse e l'elevata domanda di partecipazione potrebbero pregiudicare il successo di Erasmus+ quale programma faro dell'Ue. Il Parlamento Ue invita quindi la Commissione e gli Stati membri a rendere il programma più aperto e accessibile, massimizzando il sostegno economico rivolto ai partecipanti, con particolare attenzione alle persone svantaggiate. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 14.09.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

FUTURO DELL’UE

Posizione BusinessEurope

Businesseuropea, l’Organizzazione europea degli industriali, ha pubblicato l’8 settembre il suo position paper sul futuro dell’Europa (Libro bianco, 1° marzo 2017) “The way forward: the business vision for the future of the European Union”In tale documento, l’Organizzazione europea non ha fatto una scelta specifica tra i cinque scenari proposti, essa ha invece valutato che quello ideale sarebbe un mix tra lo scenario 4 e 5 con alcuni aspetti del terzo attraverso strumenti utilizzati a titolo eccezionale e non come un obiettivo da perseguire poiché, secondo la Presidente di BusinessEurope, occorre preservare la coerenza del processo d’integrazione europea. Nello scenario proposto, non è previsto una modifica dei Trattati, ma un miglioramento delle regole esistenti e in particolare viene richiesto: - una maggior convergenza nell’ambito dell’UEM; - un atteggiamento aperto in tema di commercio internazionale; - una promozione degli investimenti pubblici e privati di qualità; - il rinnovo della strategia europea industriale. In merito alla dimensione sociale, viene proposto di concentrarsi sulla competitività piuttosto che produrre normative sociali aggiuntive. Infine, BusinessEurope ribadisce la sua posizione sul Brexit: un’Ue che debba mantenere rapporti stretti con il Regno-Unito, ma non a scapito del mercato unico e delle quattro libertà fondamentali, chiedendo un periodo di transizione (2 o 3 anni) durante il quale il RU potrebbe rimanere nel mercato interno e nell’unione doganale. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 7.9.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

DISCORSO SULLO STATO DELL’UNIONE

Il prossimo 13 settembre il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, pronuncerà il suo discorso sullo Stato dell’Unione dinanzi al Parlamento europeo a Strasburgo. Tale intervento, molto atteso, si inserisce in un contesto politico ed economico in evoluzione e nella riflessione in corso sul Futuro dell’Ue con la pubblicazione del Libro bianco lo scorso 1° marzo. Juncker ha già in parte dichiarato le proprie intenzioni davanti alla conferenza degli ambasciatori dell'Ue lo scorso 29 agosto. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 27.07.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

IL PROSSIMO APPUNTAMENTO CON EUROPA NEWS SARÀ IL 24.08.2017

 

AFFARI SOCIALI

Primo contatto tra I sindacati europei e il Presidente francese Macron

Il primo incontro tra i sindacati europei (ETUC) e il Presidente francese Macron si è tenuto il 21 luglio a Parigi. Durante l’incontro, a cui ha partecipato il Segretario Generale Luca Visentini, si è discusso di tre grandi questioni: il futuro dell’UE, la Proclamazione Interistituzionale sul Pilastro europeo dei diritti sociali e il distacco dei lavoratori. Su questi ultimi due dossier, Visentini ha sottolineato la necessità di trovare un accordo durante il prossimo Consiglio Occupazione e Affari Sociali (EPSCO) che si terrà il 23 ottobre. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 13.07.2017

OPPORTUNITÀ

FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

AFFARI SOCIALI

Pilastro Europeo dei diritti sociali: gli Stati membri decideranno entro ottobre il posizionamento sulla proclamazione interistituzionale

Durante l’incontro del Comitato dei Rappresentanti Permanenti (Coreper I) lo scorso 11 luglio, gli Stati membri hanno raggiunto un accordo sull’adozione di un approccio generale riguardante una proclamazione interistituzionale per il Pilastro europeo dei diritti sociali e che verrà definita durante il consiglio occupazione e affari sociali (EPSCO) di ottobre. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 22.06.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

VERTICE EUROPEO

Oggi e domani si tiene a Bruxelles il Vertice europeo che prevede all'ordine del giorno i seguenti dossier: Sicurezza interna e difesa; l’Accordo di Parigi sul clima; il Mercato interno, il Commercio internazionale; l’approvazione delle raccomandazioni per paese (Semestre europeo); i flussi migratori e l’Europa digitale (preparazione del Digital Summit a Talline il 29 settembre).

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DELL'1.06.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

DELEGAZIONE CONFCOMMERCIO

Il 31 maggio e il 1° giugno, il Presidente Alberto Marchiori, Incaricato delle politiche UE, ha accolto a Bruxelles una delegazione di Federsicurezza, guidata dal suo Presente Avv. Luigi Gabriele, per accompagnarla ad una serie di incontri con le Istituzioni europee. La delegazione ha incontrato alcuni eurodeputati, il capo unità della DG HOME, un membro di gabinetto del Commissario King e la Rappresentanza Permanente d’Italia.  (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 19.05.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

MERCATO INTERNO

“Uber deve rispettare le regole sul Trasporto” afferma l’Avvocato Generale della Corte Europea di Giustizia

Lo scorso 11 maggio, nell'ambito di una causa promossa da una associazione di categoria dei tassisti catalani (C-434/15), l’Avvocato generale della Corte Europea di Giustizia ha reso pubbliche le proprie conclusioni, chiedendo alla Corte di riconoscere che l’attività di piattaforme come Uber deve essere assoggettata alle regole del Trasporto e non a quelle dei servizi informatici e digitali. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS: NUMERO SPECIALE


PROGRAMMA ROADSHOW E AGENDA EVENTO PRIMA TAPPA A TORINO

 “Dare Fondo ai Fondi”

Confcommercio - Imprese per l'Italia è da anni impegnata per diffondere capillarmente fra i propri associati la conoscenza dei valori su cui si fonda l'Unione europea. Tra le attività messe in essere, la Confederazione ritiene essenziale far comprendere appieno le opportunità che l'Europa offre, con particolare riferimento alle diverse forme di finanziamento europee potenzialmente a disposizione di cittadini e imprenditori. 

Per questi motivi, in occasione dei 60 anni dalla firma dei trattati di Roma, Confcommercio - Imprese per l'Italia, con il supporto della propria Delegazione presso l'UE e della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, avvia un road-show intitolato:

"Dare fondo ai fondi: come usare al meglio le opportunità dell'UE".

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 4.05.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

SHARING ECONOMY

Accordo del Parlamento europeo sul testo definitivo

La commissione IMCO (mercato interno e consumatori) del Parlamento europeo ha approvato il testo definitivo della relazione sulla economia collaborativa, o sharing economy. 

Con un accordo raggiunto tra tutti i gruppi politici (EPP, S&D, ECR, ALDE, Verdi, GUE ed EFDD), il testo è stato votato praticamente all'unanimità. 

Numerose le questioni affrontate: dalla trasparenza fiscale delle piattaforme alle soglie da individuare per i professionisti. La Relazione sarà quindi approvata nel corso della sessione plenaria di giugno. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 27.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

LAVORO

La Commissione presenta il pilastro europeo dei diritti sociali

Il pilastro stabilisce 20 principi e diritti fondamentali per sostenere il buon funzionamento e l'equità dei mercati del lavoro e dei sistemi di protezione sociale. Nelle intenzioni, esso è destinato a servire da bussola per un nuovo processo di convergenza verso migliori condizioni di vita e di lavoro in Europa. Il pilastro è concepito principalmente per la zona euro ma è applicabile a tutti gli Stati membri dell'UE che desiderino aderirvi. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 20.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

TURISMO

Indagine europea sulla prenotazione dei viaggi online: due terzi dei siti web non sono affidabili

La Commissione europea, con le autorità di tutela dei consumatori di tutti Paesi membri, coordina ogni anno il controllo dei siti web in un particolare settore. Nel 2016 sono stati controllati complessivamente 352 siti web che confrontano offerte e prezzi, soprattutto nel settore dei viaggi. Ne è emerso che i prezzi di 235 siti, ossia due terzi dei siti controllati, non erano affidabili. Ad esempio, costi supplementari venivano aggiunti in una fase conclusiva della procedura di prenotazione senza informare chiaramente il consumatore oppure i prezzi promozionali non corrispondevano a servizi disponibili. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 6.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

SHARING ECONOMY

Divisioni politiche in Parlamento europeo

Nonostante la approvazione delle opinioni delle commissioni EMPL e ITRE sulla sharing economy, rimangono le distanze tra i maggiori gruppi politici in Parlamento europeo relativamente allaproposta di Relazione del Parlamento europeo su un'agenda europea per l'economia collaborativa. In particolare, sui temi relativi alla responsabilità delle piattaforme, il level playing field ed i diritti sociali dei lavoratori si registrano le maggiori differenze tra il gruppo S&D ed il Partito Popolare europeo. Per questa ragione, il voto in commissione IMCO, previsto inizialmente il 24 aprile, dovrebbe essere ritardato di almeno una settimana. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 30.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

FUTURO DELL’UE

60° Anniversario della firma dei Trattati

A pochi giorni dalla presentazione del Libro bianco sul futuro dell’Europa, il 25 marzo i 27 Capi di Stato e di Governo hanno firmato la “Dichiarazione di Roma” nell’ambito dei festeggiamenti per il60° Anniversario della firma dei Trattati che hanno dato vita alla comunità economica europea e all’Euratom. Nella Dichiarazione viene definita una visione comune per gli anni a venire e sottolineato che l'Ue è un'Unione unica, dotata di istituzioni comuni e di forti valori, una comunità di pace, libertà, democrazia, fondata sui diritti umani e lo stato di diritto, una grande potenza economica che può vantare livelli senza pari di protezione sociale e welfare. I leader hanno dichiarato che, consapevoli delle preoccupazioni dei cittadini dell'UE, si impegnano per la realizzazione del programma di Roma e hanno promesso di adoperarsi per: - un'Europa sicura; - un'Europa prospera e sostenibile; - un'Europa sociale; - un'Europa più forte sulla scena mondiale.

Anche Confcommercio ha contribuito alle celebrazioni dei 60 anni, sostenendo e partecipando ad un evento su “l’Impatto dell’integrazione europea sulla crescita delle aziende”, organizzato dal giornale online EuNews. L’incaricato per le Politiche Ue, Alberto Marchiori, è intervenutosottolineando come la Confederazione creda molto nell'Ue fin dai tempi del Presidente Orlando. "La vita delle imprese - ha detto Marchiori - è cambiata in meglio con il mercato unico ma il problema è che ora si è creato un eccesso di burocrazia e una forte carenza di rappresentanza politica". "Noi vogliamo che i nostri imprenditori si sentano più europei e dobbiamo fare azioni di rappresentanza più forti a Bruxelles". Marchiori ha concluso il suo intervento sottolineando che "i mali non sono tutti in Europa, eliminiamo quelli a casa nostra e evitiamo che Ue ne crei altri". (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Leggi tutto...

Europa news del 23.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

MERCATO INTERNO

Approvata dal Parlamento UE il progetto di regolamento per la tutela dei consumatori dalle truffe on-line

La Commissione IMCO del Parlamento UE ha espresso voto favorevole lo scorso 21 marzo sul testo di progetto di regolamento già approvato dal Consiglio lo scorso 20 febbraio, che prevede maggiori poteri per le Autorità competenti in materia di tutela dei consumatori dalle truffe on-line. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 16.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

VERTICE EUROPEO

Il Consiglio europeo si è riunito a Bruxelles gli scorsi 9 e 10 marzo. Il Consiglio ha rieletto presidente Donald Tusk per un secondo mandato di due anni e mezzo, dal 1º giugno 2017 al 30 novembre 2019. Donald Tusk è stato inoltre rinominato presidente del Vertice euro per lo stesso periodo. I Capi di Stato e di Governo hanno valutato la situazione economica dell'UE e della zona euro, concludendo che le riforme attuate dagli Stati membri dal 2008 stanno dando frutti: - la ripresa economica prosegue, registrando una crescita positiva in tutti gli Stati membri e le prospettive sono incoraggianti; il livello di disoccupazione è ai minimi dal 2009; lo stato delle finanze pubbliche sta migliorando e gli investimenti stanno aumentando. Per garantire la sostenibilità della ripresa economica, i leader hanno chiesto riforme strutturali, il rafforzamento delle finanze pubbliche e la promozione degli investimenti, anche tramite la rapida proroga del Fondo europeo per gli investimenti strategici. I leader si sono compiaciuti del voto favorevole espresso dal Parlamento europeo sull'accordo economico e commerciale globale (CETA) tra l'UE e il Canada e ne attendono con interesse l'imminente applicazione provvisoria. I Capi di Stato hanno inoltre ribadito la necessità di completare l'Unione bancaria in termini di riduzione e condivisione dei rischi nel settore finanziario. Hanno sottolineato l'importanza della cooperazione internazionale nella concezione di norme prudenziali e di vigilanza comuni per i servizi finanziari. Nell'ambito del Semestre europeo - il processo annuale di coordinamento delle politiche economiche dell'UE - essi hanno approvato le priorità strategiche per il 2017, illustrate nell'analisi annuale della crescita di quest'anno, e il progetto di raccomandazione del Consiglio sulla politica economica della zona euro per il 2017. Si prevede che gli Stati membri tengano conto di tali priorità nelle rispettive politiche nazionali. Infine, per quanto riguarda la dimensione sociale della crescita economica, i leader attendono il vertice sociale per l'occupazione equa e la crescita che si terrà a Göteborg il 17 novembre 2017. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News 09.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

IVA

Nuova sentenza Corte UE sull'IVA per gli e-book

A due anni esatti dalla ultima sentenza, la Corte di Giustizia dell'UE torna a ribadire la possibilità del legislatore nazionale di differenziare tra le pubblicazioni cartacee ed elettroniche, al fine dell'applicazione dell'aliquota IVA. Tuttavia, con la pubblicazione del Piano d'azione per l'IVA dello scorso 1° dicembre, la Commissione ha già presentato una proposta che mira a superare tale differenziazione tra pubblicazioni cartacee ed elettroniche. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...